Call for Papers

Il significato della Weltphilosophie di Karl Jaspers oggi

30 aprile 2021

Per inviare un contributo occorre prima registrarsi → Registrati

Dopo essersi registrati sarà possibile autenticarsi per accedere alla procedura di invio contributi → Autenticati

La Rivista “Studi jaspersiani” dedica il prossimo volume (2021) a Il significato della Weltphilosophie di Karl Jaspers oggi.

La concettualità metafisica è sempre stata un presupposto della nozione di identità. Ne è risultato un legame che ha messo in evidenza le più svariate distorsioni speculative della realtà sotto forma di una chiusura verso l’alterità. Rispetto a essa il pensiero di Karl Jaspers emerge con la visione di una filosofia unificante, ultra-concettuale, sopra-identitaria, che – nella radice comune dell’umanità – vede la possibilità del suo futuro sostenibile.

A partire dalla realtà concreta del momento, questo numero propone e problematizza la nozione jaspersiana di filosofia mondiale (Weltphilosophie) in una duplice direzione: da una parte essa si confronta con l’esigenza umana di andare oltre ogni determinazione logica e concettuale per aprirsi all’alterità in una unione esistenziale tra esseri umani, dall’altra parte essa si apre alla dimensione della storia nella sua concretezza.

Prendere in esame una storia mondiale della filosofia significa cercare un principio di unità in grado di superare le differenze: lo scontro tra culture, l’intransigenza dei fanatismi, la costruzione dei muri, il sospetto reciproco che può alimentare le paure e persino il terrore del diverso e dell’”altro”, quando può essere difficile da capire e accettare.

Il volume, con diretto riferimento a Jaspers, si articolerà intorno ad alcuni nuclei tematici fondamentali, e in particolare:

  • Significato e problematizzazione del concetto di Weltphilosophie
  • Rapporto tra identità e alterità
  • Connessioni e differenze tra logico, concettuale ed esistenziale
  • Dialogo interculturale
Norme generali e linea di condotta
 

Ogni anno la Società Italiana Karl Jaspers prevede un tema che sarà oggetto del numero successivo della Rivista “Studi jaspersiani”.

Gli Autori interessati a presentare un contributo sul tema, possono inviarlo entro la scadenza indicata seguendo la procedura di invio (occorre prima registrarsi e poi autenticarsi per inviare il contributo).

Il testo inviato non dovrà riportare il nome dell’Autore in intestazione, né alcuna indicazione che rimandi all’Autore.

Tutte le informazioni di contatto vengono raccolte attraverso la registrazione e sono disponibili esclusivamente all’Amministratore della procedura.

Il contributo deve contenere un abstract in inglese, rivisto da un madrelingua inglese, che non superi le 250 parole. Il contributo, che sarà un file (pdf o doc) da allegare nel corso della procedura di invio, non dovrà superare i 45.000 caratteri (spazi e note incluse) e potrà essere presentato in italiano, inglese, francese e tedesco.

Ogni elemento del file che potrebbe identificare l’Autore deve essere rimossa per assicurare l’anonimato durante la procedura di referaggio.

I contributi verranno inviati a uno o più reviewers indipendenti secondo la procedura del referaggio cieco. Sempre in forma anonima i reviewers potranno successivamente richiedere all’Autore di modificare o migliorare i loro contributi per la pubblicazione.

Per la procedura di selezione iniziale, non vi sono linee guida circa la formattazione. Nel caso in cui il contributo venga accettato per la pubblicazione, verrà richiesto all’Autore di produrre una versione finale che rispetti le norme editoriali della Rivista.

La Rivista non accetta proposte al di fuori dei Call for Papers che bandisce per ogni numero. Eventuali altre forme di collaborazione (recensioni) vanno preventivamente concordate con la redazione, allegando un breve profilo dell’Autore e dei suoi interessi di ricerca.

Notifica di accettazione, accettazione condizionata, rifiuto 
La Redazione comunicherà per mail l’esito del referaggio. Saranno rifiutati i contributi che non rispettino il codice etico della rivista. La Redazione può anche, su suggerimento del/i revisore/i, accettare l’articolo a condizione che vengano apportare eventuali modifiche, integrazioni. I contributi saranno valutati da tre revisori e accettati solo nel caso di unanime giudizio positivo. 

Scadenza per l’invio della versione finale
Accettato il manoscritto, dovrà essere inviato definitivamente, secondo la formattazione definitiva e le eventuali integrazioni previste entro i 3 mesi successivi alla scadenza del Call for papers.